Amatriciana al mare

Serenacucina Matriciana al mareE’ un po’ che va di moda ripensare i piatti della tradizione in chiave moderna, alleggerendoli,  magari anche solo svecchiandone la presentazione, c’è  chi porta un piatto di terra al mare e viceversa, chi si inventa il ragù vegetariano e chi cucina l’hamburger vegano…

In tutto questo turbinio di esperimenti, rivisitazioni e ripensamenti culinari, poteva mai mancare la mia versione dell’Amatriciana di mare? Ovviamente no! 🙂

Anche perchè, già l’amatriciana, quella vera, è tra i miei piatti preferiti, figuriamoci riuscire a farla diventare un piatto di pesce!!!

Vi racconto il mio esperimento…

 Ingredienti:
  • 300 g di mezzi paccheri di Gragnano
  • 300 gr di moscardini
  • 500 gr di cozze
  • abbondante pecorino romano
  • 1 barattolo di pomodori pelati
  • sale
  • olio Evo
  • pepe
  • 1 peperoncino
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco
Procedimento:

Serenacucina Matriciana al mareDopo aver pulito bene il pesce, in una padella faccio imbiondire uno spicchio d’aglio ed il peperoncino, ci tuffo dentro i moscardini che sfumo con mezzo bicchiere di vino. Serenacucina Matriciana al mare

Evaporato bene il vino trasferisco i moscardini in un piatto e, tolto l’aglio, butto nella stessa padella le cozze che faccio aprire. Per evitare che queste si rinsecchiscano le levo dalla padella man mano che si aprono.
Serenacucina Matriciana al mareAperte tutte le cozze, filtro il fondo di cottura e lo rimetto in padella insieme ai pelati ed un pizzico di pepe; faccio cuocere la salsa. Serenacucina Matriciana al mareAssaggio per aggiustare eventualmente di sale, io non ne aggiungo perchè con il fondo delle cozze e il pecorino che andrà poi la salsa è già ben saporita.

Quasi a fine cottura aggiungo in padella una generosa manciata di pecorino romano e spengo.

Serenacucina Matriciana al mareIntanto faccio cuocere la pasta in acqua bollente, la scolo indietro di cottura che faccio finire in padella con la salsa.

Per ultimi, quasi prima di impiattare unisco i moscardini saltati.

Servo al dente e con ancora una spolverata di pecorino romano.

Buonissima!!

 

 

 




Pasta fagioli e cozze

SerenaCucina - Pasta fagioli e cozze

Oggi vado sul classico, siamo in autunno e ho proprio voglia di una bella zuppa… certo non fa ancora freddissimo, ma ci sta.

Buonissima la zuppa di pasta fagioli e cozze! E’ un piatto di origine partenopea, ma visto e rivisto in mille modi. Dal chiaro sapore di mare e terra, è molto facile da fare, forse un po’ lungo nella preparazione degli ingredienti, ma dal gusto molto ricco!

Vi racconto la mia versione…

Ingredienti:
  • 100 gr di fagioli secchi
  • 100 gr di pasta
  • 500 g di cozze
  • 50 gr di pomodorini
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 peperoncino
  • rosmarino
  • olio
  • sale
  • 1 pizzico di curcuma (opzionale)
  • 1 pizzico di Paprika (opzionale)
Preparazione:

SerenaCucina - Pasta fagioli e cozzeParto dai fagioli, la sera prima li metto a bagno in acqua fredda. Il giorno dopo li lesso in acqua sale e qualche fogliolina di rosmarino.

Volendo avrei anche potuto usare i fagioli precotti.

 

 

SerenaCucina - Pasta fagioli e cozzeIn una pentola faccio saltare insieme ad olio, aglio e peperoncino, i pomodorini tagliati a metà. Dopo qualche minuto aggiungo i fagioli con un po’ della loro acqua e faccio andare.

 

 

SerenaCucina - Pasta fagioli e cozzeIntanto faccio aprire le cozze al naturale in una padella chiusa con coperchio, appena si aprono le sguscio.

 

 

 

SerenaCucina - Pasta fagioli e cozzeFiltro l’acqua di cottura delle cozze e l’aggiungo in pentola insieme ai fagioli, porto ad ebollizione e ci calo la pasta.

Quasi a fine cottura aggiungo le cozze e faccio finire di cuocere il tutto.

 

 

SerenaCucina - Pasta fagioli e cozzeSpengo e aggiusto di sale ed un pizzico di curcuma e paprika, potete anche non metterle ma a me piace il gusto piccante ed aromatico che lasciano in bocca.

Servo con un filo d’olio a crudo ed un rametto di rosmarino.

 

Buonissima questa zuppetta!!! 🙂

 

 




Farfalle con pesto di salvia

SerenaCucina - pesto di salviaAnche oggi ricetta velocissima!

Sul balcone ho qualche vasetto con un po’ di piantine aromatiche, tra queste c’è anche una bella di salvia, anche molto produttiva devo dire, e siccome la adoro e poi fa benissimo ho pensato di prepararne un buonissimo pesto. (non ditelo a mio marito ;D )

Vi racconto la ricetta…

Ingredienti:
  • 160 gr di pasta, io ho scelto una farfalla
  • 30 gr di foglie di salvia
  • 15 gr di pinoli
  • 1 spicchio di aglio
  • sale
  • olio Evo
  • Formaggio grattugiato
Procedimento:

Metto subito a scaldare l’acqua per la pasta, così intanto che questa cuocia io preparo il condimento.

Lavo per bene le foglioline e le tampono per asciugare l’acqua le inserisco nel bicchiere del frullatore insieme agli altri ingredienti e frullo bene il tutto fino ad ottenere una crema. Pesto pronto! 🙂

Cotta la pasta condisco con il pesto una spolverata ancora di formaggio e qualche pinolo intero che ho fatto tostare qualche secondo in padella, e via subito in tavola!!

Pronto e buon appetito!!!

pesto_salvia1 pesto_salvia2
pesto_salvia3

 

 




Pasta al pesto di foglie di carote

pesto_carote3bugs-bunny-carrot-iconSono appena tornata dall’orto bio di alcuni cari amici e lì ho fatto scorta di mille bontà, tra queste delle bellissime carotine. Le ho portate a casa con tutte le foglie, proprio come quelle che Bugs Bunny sgranocchia continuamente.

Continuo a guardare quel meraviglioso ciuffo verde, bello rigoglioso, buttarlo via sarebbe troppo un peccato… cosa potrei farci?!

E da qui il lampo di genio (ehm, vabbè meno…) e da qui l’idea (ok, già va meglio), ci faccio il pesto!

Vi racconto la ricetta…

Ingredienti:
  • 30 gr di foglie di carote fresche
  • 10 gr di basilico
  • 30 gr di noci e pinoli
  • 1 spicchio d’aglio
  • 20 gr di parmigiano reggiano
  • 4 cucchiai di olio evo
  • 300 gr di pasta, io ho usato delle eliche giganti di Gragnano
Procedimento:

Per prima cosa metto a bollire l’acqua per la pasta, così che nel frattempo che la pasta cuocia io preparo il pesto.

Passo ora alla salsa, lavo per bene le foglie di carota, le pulisco e le separo dallo stelo principale.

Nel bicchiere del frullatore ad immersione le unisco all’olio, le noci ed i pinoli, un po’ d’acqua, circa un cucchiaio e l’aglio. Frullo il tutto fino ad ottenere una crema grossolana, aggiungo il formaggio e frullo ancora.

Cotta la pasta, la scolo e la ripongo in una ciotola abbastanza grande, aggiungo il pesto ed amalgamo bene se, il pesto risultasse troppo duro e pastoso aggiungo ancora un po’ di acqua ma di cottura della pasta, questa volta.

Servo con un filo d’olio a piacere ancora una spolverata di formaggio.

 

 

Facilissimo e gustoso e poi la ricetta con le foglie delle carote non ve l’aspettavate, vero?
Nemmeno io, in effetti… hihi

 


pesto_carpesto_carote1 pesto_carote pesto_caro




Spaghetti pomodori secchi, caprino e bomba calabrese


spaghetti5Un piatto di pasta al volo, pronto in pochi minuti, giusto il tempo che si cuocia la pasta.

Facilissima, super veloce e molto buona!

Anche con questo Contest partecipo a Fattorie Aperte in Sila

Vi racconto come l’ho preparata…

 

SerenaCucina - ricettaIngredienti:

 

  • 160 g di spaghetti
  • 5-6 pomodori secchi
  • 3 cucchiai di olio evo
  • 1 caprino fresco
  • 3-4 cucchiaini di Bomba Calabrese
  • Sale qb
Procedimento:

Prima cosa metto su la pentola dell’acqua e quando bolle butto gli spaghetti. Intanto preparo il condimento, ma davvero ci vuole un attimo!
Taglio a pezzi i pomodori sottolio e li amalgamo con il caprino.

 

Tiro su la pasta molto al dente e la ripasso meno di 1 minuto con un po’ di acqua di cottura e la Bomba calabrese.

Per ultimo aggiungo il pomodoro e il caprino, amalgamo bene e servo.

BUONISSIMA! 🙂

 

 

spaghetti
spaghetti4SerenaCucina




Mezzemaniche prosciutto e zenzero


SerenaCucina - mezzemaniche prosciutto e zenzeroEsperimento svuotafigo!

Bisogna preparare il pranzo, non sono andata a fare la spesa, cosa m’invento? Non sia mai che presenti a mio marito un piatto di pasta in bianco… 🙁

Apro il frigo e scruto con attenzione ogni ripiano…  e mi trovo davanti un pezzo di radice di zenzero, un po’ di prosciutto crudo avanzato dalle piadine della sera prima, un pezzetto di burro e una mezza fetta di un pecorino sardo semistagionato…

mmmh azzardo, li metto insieme, vediamo cosa ne viene fuori…

Ingredienti:
  • 150 gr di mezzemaniche
  • 1 radice di zenzero fresco
  • 2 fette di prosciutto crudo
  • 1 noce di burro
  • pecorino sardo semistagionato da grattugiare
Procedimento:

Prima cosa metto a bollire l’acqua per cuocere la pasta, intanto inizio a preparare gli ingredienti, grattugio 2-3 cucchiai di zenzero, e faccio a striscioline le fette di prosciutto.

L’acqua bolle e butto la pasta. In una padella calda metto 1/3 delle striscioline di prosciutto che faccio diventare croccanti, le tolgo e le motto da parte, le userò alla fine per guarnire. Nella stessa padella metto a sciogliere il burro con lo zenzero grattugiato, faccio andare per un minuto e aggiungo anche il prosciutto rimasto, lascio sul fuoco davvero un paio di minuti al massimo.

Scolo la pasta molto al dente e la butto in padella insieme a circa mezzo mestolo di acqua di cottura, faccio andare fino ad ottenere una cremina buonissima. Per ultimo, ancora in padella ma a fuoco spento, aggiungo il pecorino grattugiato, amalgamo bene e servo in piatto con qualche fettina di prosciutto croccante sopra.

Oh sembra un piatto serio e mio marito non ha nemmeno borbottato, di solito è una pila di fagioli… SCHERZO!!! 🙂 :*

 

zenzero_prosciutto SerenaCucina - mezzemaniche zenzero e prosciutto




Pasta al pesto di carciofi e polpettine


SerenaCucina - Pasta al pesto di carciofi
Vivo nella patria del carciofo romanesco e cucinare questo magnifico prodotto è davvero un piacere!

Di solito, visto che a mio marito piacciono molto, li cucino alla romana o comunque in maniera molto classica, ma questa volta ho deciso di cambiare e così ho tirato fuori questa buonissima crema di carciofi con cui ho condito la pasta e ci ho abbinato delle polpettine di carne e carciofi molto gustose. Ma vediamo come ho fatto…

Ingredienti
per il pesto
  • 2 carciofi romaneschi
  • 30 g di pistacchi
  • 7-8 cucchiai di pecorino grattugiato
  • 1 spicchio di aglio
  • olio evo q.b.
  • sale
  • pepe
per le polpettine
  • 1 carciofo romanesco
  • 100 g di carne macinata
  • 30 g di pane
  • formaggio grattugiato
  • 1 uovo
  • qualche fogliolina di menta
  • 1 spicchi di aglio
  • sale qb
  • pepe qb
  • 2 cucchiai di olio evo

Inizio dalle polpettine:

mondo SerenaCucina - Pasta al pesto di carciofiper bene i carciofi eliminando le foglie esterne e anche la parte superiore delle foglie, in modo da avere così solo la parte più tenera del fiore che taglio a pezzetti piccoli. Ne separo una minima parte che finirà in padella per fare il fondo di cottura.

SerenaCucina - Pasta al pesto di carciofiIn una ciotola metto tutti gli ingredienti, tranne aglio e olio, e li amalgamo bene. Ottenuto un impasto bello compatto inizio a fare le mie polpettine, un trucco, mi bagno un po’ le mani in modo che l’impasto non mi si attacchi, riesco così a fare delle polpettine quasi perfette! 🙂

Metto a scaldare una padella con olio e lo spicchio d’aglio, faccio imbiondire un po’ ed aggiungo quel po’ di carciofi che avevo tenuto da parte, aggiungo un po’ di acqua in modo che non si friggano (per non alzare il livello calorico) e inserisco le polpettine, copro e lascio cuocere girandole di tanto in tanto.

Polpette pronte, passiamo al Pesto!

La partenza è semprcarciof_cute la stessa… pulire i carciofi!!! 🙁
Stesso procedimento di prima, elimino la parte più coriacea e taglio a pezzetti quello che mi rimane, butto in padella a stufare con olio, sale, pepe e acqua.

SerenaCucina - Pasta al pesto di carciofiFaccio cuocere bene, trasferisco poi il tutto nel bicchiere del mixer e aggiungo il formaggio ed il pistacchio, frullo bene e aggiungo a filo l’olio, fino ad ottenere la consistenza di una crema bella liscia.

Bene ci siamo… rimane solo da cuocere la pasta…

Pasta pronte, bella al dente! La condisco con la mia crema di carciofi e sopra qualche polpettina, servo un filo d’olio e per chi lo gradisce ancora una spolverata di formaggio e via…

Buonissima!!!

P.S. Queste 2 ricette possono essere anche usate da sole o in modo diverso, magari per un aperitivo di primavera, infatti le polpettine possono anche essere servite da sole, magari come finger food e la crema può essere tranquillamente usata per condire dei crostini o per riempire dei voulevant. 🙂


SerenaCucina - Pasta al pesto di carciofipasta_carciofi

 

 




Pasta con la zucca

pastazucca

La pasta con la zucca è un primo piatto molto particolare e davvero buono!

E’ facile da realizzare, e può essere un modo diverso e veloce di utilizzare questo buonissimo ingrediente.

Io preferisco fare questa salsa solo con la zucca, ma per dare un po’ di sapore e qualche caloria in più si potrebbe aggiungere della salsiccia o anche della pancetta affumicata, facendoli saltare in padella prima di aggiungere la zucca.

Ma vediamo come l’ho preparata io…

Ingredienti
  • 300 gr di penne rigate
  • 500 gr di zucca
  • 1 scalogno
  • rosmarino
  • formaggio grattugiato
  • sale
  • pepe
  • olio
  • acqua o brodo vegetale
Procedimento

zucca_cutOvviamente il primo passaggio che faccio è pulire e tagliare la zucca, la faccio a cubetti. Stessa cosa per lo scalogno, che metto in padella con un po’ di olio ad imbiondire.

Aggiungo poi la zucca e un paio di mestoli di acqua o brodo, qualche fogliolina di rosmarino secco e copro con un coperchio. Faccio cuocere fino a quando la zucca non sia bella morbida, se si asciugasse troppo continuerei ad aggiungere l’acqua.

zucca_cipCon un cucchiaio di legno o plastica schiaccio grossolanamente la zucca, in modo che diventi una crema.

Intanto cucino la pasta, io adoro i fusilli. La scolo al molto al dente e la tuffo in padella con la salsa, aggiungo un po’ di acqua di cottura della pasta e faccio insaporire bene.

Servo con una spolverata di formaggio, un pizzico di pepe e un rametto di rosmarino fresco.

Gustosa!!!!

 

pastazucca pastazuc

 




Caserecce con ragù di pesce sciabola e finocchietto

sciaboIl pesce sciabola o spatola è un lungo e stretto pescione, fa parte della famiglia dei pesci azzurri quindi oltre a essere molto buono ha anche tante qualità organolettiche utili al nostro organismo, una tra tante contiene molto Omega 3.

E’ un pesce anche mediamente economico ma purtroppo anche poco usato.

Io l’ho utilizzato per farci un buonissimo ragù, ve lo racconto.

Ingredienti:

  • 2 tranci di pesce sciabola
  • 300 g pasta
  • salsa di pomodoro
  • 10 alive nere denocciolate
  • aglio
  • olio
  • sale
  • peperoncino
  • foglie di finocchietto selvatico

Procedimento:

Come primo passaggio sfiletto i tranci di pesce spatola e li taglio a cubetti, faccio un soffritto con aglio, peperoncino e le olive denocciolate tagliate a pezzetti, unisco dopo un paio di minuti i cubetti di spatola e faccio saltare appena. Aggiungo ora la salsa e aggiusto di sale, lascio cuocere.

sciaIntanto cucino la pasta in acqua bollente, quando sarà bene al dente la salto in padella con il condimento e aggiungo un po’ del finocchietto selvatico tritato, ne lascio un po’ da mettere anche fresco sul piatto e servo.

Buona, facile, veloce, light, economica…

Non vi resta che assaggiarla!!!! 🙂

 




Orecchiette con le cime di rapa

orecchietteLe orecchiette con le cime di rapa… chi non le conosce e chi non le ha mai cucinate!

Famosissimo piatto pugliese, io vi propongo la ricetta di una mia amica e collega barese DOC, buonissima!!

Ve la racconto

 

Ingredienti

  • Orecchiette artigianali fresche 500 gr
  • Cime di rapa 1 kg
  • 6-7  pomodorini
  • 1 spicchio d’aglio
  • 8 filetti di acciughe sott’olio
  • Peperoncino secco
  • Olio EVO
  • Sale

Preparazione

Per prima cosa pulisco le cime di rapa, eliminando quasi tutte le foglie in modo che rimangano solo i broccoletti fioriti e le parti più tenere, li metto a lessare in acqua salata.

Intanto che le cime si cuociano, preparo in una padella il condimento, faccio saltare in un paio di cucchiai di olio, l’aglio, i filetti di alici e il peperoncino. Quando tutto è ben rosolato tolgo l’aglio e aggiungo i pomodorini tagliati a metà, non devono cuocersi troppo.

orecchiQuando le cime di rapa saranno quasi cotte aggiungo in pentola le orecchiette e lascio cuocere. Scolo il tutto con la pasta bene al dente e faccio saltare in padella con il condimento.

Servo con una spolverata abbondante di ricotta salata.

OTTIME!!!! 🙂